Lunedì, 04 Dicembre 2023

Chi e' on line

Abbiamo 152 visitatori e nessun utente online

BANDO CONTRA LI CALUNNIATORI & DETRATTORI DELLA FAMA & HONOR D'ALTRI, IN LETTERE D'AVISI, O ALTRIMENTE

Ordina e comanda che nessuna persona di qual si voglia grado, stato, ò conditione, ardisca ò presuma, scrivere ò far scrivere, con lettere d'avisi ò altre sorte di scritture, à nessuna sorte di persona, di qual si voglia grado ò conditione, sotto qual si voglia pretesto ò quesito colore, infamie, detrattioni, calunnie, di nessuno, & massime de Principi & persone graduate Ecclesiastiche ò secolari. Ne quelle offender con titoli inconvenienti, ne in altro modo mordere, sotto pretesto di facetie, & motti, espressamente, ò con colerate figure, ne scrivere in qual si voglia sorte di lingua, stesamente, ne con Cifre & Figure, ne con occasione de discorsi, biasmar l'attioni publiche ò secrete de altrui, che come fondati nelli lor capricci senza saper ragione ò principio de negotij, s'aviluppano (miseri) nelle maldicenze & detrattioni, con scandalo & nausa anco di chi legge, sotto pena della vita & confiscatione de beni, & di perpetua infamia. Ordina anco sua Sig. Reverendissima che nessuno asdisca ricever da qual si voglia persona, simil avisi, lettere, ò scritture che contengano simil maledicentie & detrattioni, Et chi li riceverà, se subito non rivelerà alli Governatori & Superiori de luoghi ove le riceverà, incorra nelle medesime pene sopradette; Li quali Superiori debbiano prendere sopra di ciò diligentemente informatione, & procedere contra li trasgressori conforme a questo bando. Advertendo, che si procederà contra li trasgressori, per inquisitione, denuncie secrete,
& ogni altro miglior modo per scoprir questi scelerati, se intercetteranno le lettere, & s'usara ogni sorte di rimedio, perche s'habbino da levar simili abusi &c. Data in Palatio reverendiss. D. Gubernatoris die XI. Octobris 1586.
Marianus P benedictus Episc. & Gug. Io. Matthaeus Fidelis Not. Charit. IN ROMA, Per Heredi d'Antonio Blado Stampatori Camerali . 1586.

SISTONOSTRO!

Beata terra di Mont'Alto...

Beata Terra di Mont'Alto, c'hai
si felice Peretto, anzi gran pero 
da produr frutti grati a te, e a la Marca.
Beata Terra dico, e più sarai
quando Felice tuo (come, ch'io spero) 
del divo Pietro guiderà la barca.

(Ganimede Panfilo, 1579)

Login

Epistolari

epistolari

La biblioteca

Bibliotheca

Proprieta' e dimore

villa montalto

Arte & Mecenatismo

Ritratto del Principe Miche

Opere

oristano

CELEBRAZIONI V CENTENARIO

celebrazioni v centenario

Bolle Bandi Avvisi e Brevi

Biblioteca-Angelica-060

Araldica Sistina

stemma peretti montalto