2021 - Celebrazioni V Centenario della nascita di Sisto V P.O.M.

13.12.2021

Tempo rimanente



Countdown
expired


Link:
PREPARATI


Link:
COMITATO NAZIONALE DELLE CELEBRAZIONI
Celebrazioni 2021
Mercoledì, 17 Ottobre 2018
itenfrdeptrues

Ultime ...

MONTALTO CITTA' FELICE

PRESIDATO

DECRETO DI SISTO V DI EREZIONE DEL PRESIDATO DI MONTALTO

  • Categoria: PRESIDATO
  • Scritto da Vincenzo Catani
  • Visite: 2352

Ormai papa Sisto procedeva spedito nella glorificazione della sua Montalto: dopo averla creata città e centro di diocesi, ora le concede di essere centro giuridico e amministrativo del Presidato (il Preside era anche Governatore), nella Bolla che porta la data del suo compleanno, il secondo che celebrava come Papa: 13 dicembre 1586. Sisto V sottrasse il nuovo Presidato dalla soggezione del Governo di Macerata e dalla contribuzione alla spesa della Provincia della Marca.

A Montalto risiedeva il Preside e Governatore, oltre ad un collegio di notai civili e criminali con relativo Archivio e nel palazzo del Governo si facevano le assemblee generali. Gli abitanti del Presidato vennero esentati dal pagare le tasse a Macerata e fu loro concesso il libero commercio per un raggio di quaranta miglia da Montalto senza i soliti aggravi di dazi e gabelle e con il confinante Regno di Napoli.

Il Presidato di Montalto era diviso in tre zone: la zona montana con Force, Montelparo, S. Vittoria, Montefortino, Montemonaco, Montegallo; la zona marina, con Monterubbiano, Montefiore, Ripatransone, Offida, Castignano, Cossignano; la zona di mezzo con Montalto, Porchia, Patrignone, Montedinove e Rotella. Ognuna di queste zone eleggevano tre rappresentanti al Governo del Presidato che duravano in carica due anni e resiedevano a Montalto.

Il Presidato fu soppresso dal governo napoleonico e al suo posto fu concesso a Montalto, nel 1816, di essere centro di Distretto.

Nella lunga serie cronologica dei Presidi di Montalto, iniziata dal milanese Giulio Scalefato, si contano 79 nomi (fino al 1810) e 15 Governatori secolari del Distretto dal 1816 al 1860.

Leggi tutto...

Serie dei Prèsidi di Montalto *

  • Categoria: PRESIDATO
  • Scritto da Umberto Guerra
  • Visite: 1919

corridoio 600I - Si erige il Governo del Presidato con capitale Montalto.

... Di motu proprio, pertanto, stabiliamo e ordiniamo che il Governo delle Città e Terre di detto Presidato debba essere in perpetuo nella medisima nostra Città di Montalto e i Governatori prò tempore di esso Presidato sieno tenuti a farvi perpetua dimora e ad amministrare da essa la giustizia. Concediamo perciò alle anzidetto Città e Terre un perpetuo Governo distinto e separato, liberando tutte e singole città, Terre e Persone e quanti hanno in esse domicilio o residenza abituale dal Governo e dal Regime della provincia della Marca, di guisa che in avvenire le Terre e Città di esso Presidato non sieno mai soggette né alla Congregazione Provinciale né al contributo delle spese che dalla detta Provincia della Marca si facessero; e i Provinciali di detta Provincia paghino essi le loro spese; e quelli che sono soggetti al Governo di detto Presidato sieno obbligati soltanto al pagamento delle spese proprie o di quelle che saranno deliberate in avvenire nelle Congregazioni che avranno luogo nella stessa Città di Montalto nei modi e forme quivi in uso ab antico (**).
Di seguito la serie dei Presidi che hanno amministrato lo Stato di Montalto.

 

 

Leggi tutto...

Il Presidato di Sisto V

  • Categoria: PRESIDATO
  • Scritto da Vincenzo Catani
  • Visite: 1776

 

presidato

Ormai papa Sisto procedeva spedito nella glorificazione della sua Montalto: dopo averla creata città e centro di diocesi, ora le concede di essere centro giuridico e amministrativo del Presidato (il Preside era anche Governatore), nella Bolla che porta la data del suo compleanno, il secondo che celebrava come Papa: 13 dicembre 1586. Sisto V sottrasse il nuovo Presidato dalla soggezione del Governo di Macerata e dalla contribuzione alla spesa della Provincia della Marca.

A Montalto risiedeva il Preside e Governatore, oltre ad un collegio di notai civili e criminali con relativo Archivio e nel palazzo del Governo si facevano le assemblee generali. Gli abitanti del Presidato vennero esentati dal pagare le tasse a Macerata e fu loro concesso il libero commercio per un raggio di quaranta miglia da Montalto senza i soliti aggravi di dazi e gabelle e con il confinante Regno di Napoli. 

Il Presidato di Montalto era diviso in tre zone: la zona montana con Force, Montelparo, S. Vittoria, Montefortino, Montemonaco, Montegallo; la zona marina, con Monterubbiano, Montefiore, Ripatransone, Offida, Castignano, Cossignano; la zona di mezzo con Montalto, Porchia, Patrignone, Montedinove e Rotella. Ognuna di queste zone eleggevano tre rappresentanti al Governo del Presidato che duravano in carica due anni e resiedevano a Montalto.

Il Presidato fu soppresso dal governo napoleonico e al suo posto fu concesso a Montalto, nel 1816, di essere centro di Distretto.

Nella lunga serie cronologica dei Presidi di Montalto, iniziata dal milanese Giulio Scalefato, si contano 79 nomi (fino al 1810) e 15 Governatori secolari del Distretto dal 1816 al 1860.

(In: Vincenzo Catani, La Chiesa Truentina, Op. Cit., pp. 82-87)

 

test castigna 

test cossigna  test force 
test montalto

test mdi9  test mfiore 
test mfortino

test mgallo test melparo 
test mmonaco

test mrubbiano test offida
testata

test porchia test ripa
test rotella test svitt test valdaso

Epistolari

epistolari

La biblioteca

Bibliotheca

Proprieta' e dimore

villa montalto

Arte & Mecenatismo

Ritratto del Principe Miche

Opere

oristano

CELEBRAZIONI V CENTENARIO

celebrazioni v centenario

Bolle Bandi Avvisi e Brevi

Biblioteca-Angelica-060

Araldica Sistina

stemma peretti montalto