2021 - Celebrazioni V Centenario della nascita di Sisto V P.O.M.

13.12.2021

Tempo rimanente



Countdown
expired


Link:
PREPARATI


Link:
COMITATO NAZIONALE DELLE CELEBRAZIONI
Celebrazioni 2021
Mercoledì, 18 Settembre 2019

Chi e' on line

Abbiamo 63 visitatori e nessun utente online

I Vescovi

VESCOVI DIOCESI MONTALTO

ELEONORO ARONNE (1847-1887)

17 aronne

17.1847-1887: ELEONORO ARONNE 
 
Nato a Serrone (diocesi di Palestrina), fece i suoi studi a Roma. Uditore di Nunziatura a Napoli e poi vicario generale di Porto e di Palestrina. Fu consacrato vescovo il 22 luglio 1842 e resse la diocesi di Palestrina come vescovo ausiliare.

Nel febbraio 1847 venne trasferito alla sede di Montalto, che resse per quasi 40 anni. Completò finalmente la cattedrale Sistina, incaricando l'arch. Luigi Poletti e chiamando il pittore Luigi Fontana, grazie anche alla munificenza del cardinale montaltese Carlo Sacconi. 
Durante i moti rivoluzionari del 1849 fu costretto a fuggire a Gaeta, dove si trovava esule Pio IX. 
Visitò otto volte l'intera diocesi. Nel 1860 protestò vivamente per la demanializzazione dei beni ecclesiastici (perdette anche la tenuta di Rovetino). Al termine della sua vita ebbe come coadiutore con diritto di successione mons. Bonetti.  Morì a Montalto il 3 aprile 1887. 
 
Hier. Cath. VII, p. 247 e Vili, p. 393; Pistolesi, Notizie biografi­che... p. 58-61.
 
stemma aronne
 
Stemma araldico di Eleonoro Aronne, XVII Vescovo di Montalto.

 

ALOISIO BONETTI (1886 - 1911)

18

18.1887-1911: ALOISIO BONETTI 
 
Nato a Nidastore d'Arcevia (diocesi di Fossombrone) il 25 agosto 1842. Studiò al Seminario Pio di Roma. Vicario generale di Cagli e Pergola e poi a Fossombrone. 

Vescovo titolare di Messene dal 15 gennaio 1886 è nominato coadiutore di mons. Aronne. Resse la diocesi per 25 anni. Tenne l'ultimo Sinodo diocesano nel 1901. 
Promosse e incoraggiò l'Azione Cattolica. 
Completò il portico della cattedrale e fece costruire la Grotta di Lourdes nel Sotterraneo.
Ammalatosi negli ultimi anni del suo episcopato gli fu messo vicino il vescovo di Ripatransone, Luigi Boschi, in qualità di Delegato Apostolico. 
Morì il 20 luglio 1911 

 

Hier. Cath. VIII, p. 393; Pistolesi, Notizie biografiche... p. 62-65. 

LUIGI FERRI (1868 - 1952)

36.1925-1946: LUIGI FERRI

mons.luigi ferriNacque a Fano il 10 agosto 1868 e qui studiò. Ordinato sacerdote il 14 giugno 1891 fu professore al Seminario diocesano, successi­vamente Padre spirituale in quello interdiocesano e parroco in una parrocchia cittadina. Venne elevato all'episcopato il 14 gennaio 1912 e nominato vescovo di Montalto alla morte di mons. Bonetti.

stemma mons.luigi ferriAlla morte del vescovo ripano mons. Boschi, nel 1924, fu nomina­to vescovo anche di Ripatransone, unendo le due diocesi "in per­sona episcopi". Vescovo di grande bontà e spiritualità, ebbe un fervido amore all'Eucaristia e fu promotore dei Congressi Eucari­stici diocesani: nel 1914 celebrò il primo congresso Eucaristico di Montalto (il primo in assoluto in Italia) e successivamente nel 1921 a Montalto, nel 1925 a Comunanza e nel 1932 a Ripatranso­ne. Curò molto la stampa diocesana con la creazione di un quindi­cinale. Nel 1928 favorì la venuta delle monache passioniste a Ripatransone. Nel 1939 chiamò a San Benedetto del Tr. i Padri Sacramentini e i Padri Conventuali. Si adoperò fattivamente per l'e­ducazione della gioventù. Visse in perfetta povertà e vicino al suo popolo, che lo chiamava "il vescovo santo". Lasciò la diocesi per malattia il 17 maggio 1946. Morì a Fano il 30 gennaio 1952, come vescovo titolare di Liviade. Le sue spoglie furono traslate a S. Be­nedetto, nel santuario dell'Adorazione, il 7 settembre 1955.

G. CHIARETTI, Il movimento cattolico..., p. 32.

 

 

 

PIETRO OSSOLA (1946 - 1951)

37.1946-1951: PIETRO OSSOLA

Nacque in Piemonte a Barone Canavese il 21 settembre 1889. Stu­diò al Seminario di Ivrea e partecipò come cappellano militare alla prima grande guerra, dopo la guerra fu professore del suo Semina­rio e dal 1926 fu Direttore spirituale al Seminario regionale di Chieti. Dal 1931 al 1943 fu Rettore del Seminario Regionale di Molfetta. Nel settembre del 1946 fu eletto vescovo di Montalto e Ripatransone. Nel 1949 visitò la diocesi, che resse per cinque an­ni, fino alla sua rinuncia per motivi di salute. Fu ammirato per la sua intensa vita interiore e dirittura morale. Organizzò la "Peregrinatio Mariae" nei vari centri delle due diocesi.

VINCENZO RADICIONI (1952 - 1983)

radicioni38.1952-1983: VINCENZO RADICIONI (*)

Nato a Numana l'8 ottobre 1906. Educato nei seminari diocesano e regionale, fu ordinato sacerdote il 1 maggio 1929. Consacrato vescovo ad Ancona il 27 gennaio 1952, entrò in diocesi il 19 mar­zo.

Per un trentennio guidò la diocesi nel difficile periodo del do­poguerra e dello sviluppo demografico ed economico. Uno dei principali obiettivi fu quella di rendere effettiva quella unione fra le due diocesi non dichiarata sul piano istituzionale ma iscritta nei fatti.

Si preoccupò anche di dotare di nuove parrocchie la fascia costiera maggiormente in espansione. Effettuò tre visite pastorali e celebrò due Congressi Eucaristici (1955 e 1969).

Ebbe un profon­do amore per l'Azione Cattolica e per l'Unitalsi. Nei suoi trenta anni di episcopato ha consacrato ben 113 sacerdoti e due vescovi (mons. Amadio e mons. Pecoraio).

Lasciò la diocesi al raggiungi­mento dei limiti di età imposti dal Diritto. Morì a Falconara il 15 novembre 1988. È sepolto nella cattedrale di Ripatransone.

 

(*) Il testo è tratto da: V.Catani, La Chiesa TruentinaOp. cit., p. 237.

 

 

 

Luigi Maria Canestrari (1825 - 1846)

16

ASCANIO PAGANELLI (1673 - 1710)

07stemma paganelli7.1673-1710: ASCANIO PAGANELLI (*)

Camerinese. Da giovane studiò al Collegio Montalto di Bologna dove si laureò.
Entrò poi a servizio del card. Pallotta.
Clemente X lo nominò vescovo di Montalto quando aveva appena 37 anni, l'11 settembre 1673 e governò per 37 anni la diocesi montaltese.
In questi anni visitò la diocesi per ben otto volte e tenne due Sinodi (nel 1676 e 1691).
Morì il 30 marzo 1710.

Hier. Cath. V,p. 273;
Pistolesi, Notizie biografiche... p. 25-27.
(*)  V.Catani, La Chiesa TruentinaOp. cit., p. 233

Lucas Antonius Accoramboni Engubinus (1711 - 1735)

088.1711-1735: LUCANTONIO ACCORAMBONI

Nato a Gubbio il 18 ottobre 1666. Laureato in utroque a Macerata. Vicario generale di Città della Pieve e vicario apostolico di Sora e Terracina.
Diede stabilità economica e definitiva sistemazione al Seminario nell'ex convento degli Agostiniani.
Passò gli ultimi anni della sua vita a Montelparo, dove morì misteriosamente il prImo settembre 1735.

Hier. Cath. V, p. 273;
Pistolesi, Notizie biografiche... p. 23-30.

Petrus Bonaventura Savini Camers (1735 - 1738)

09stemma savini9.1735-1748: PIETRO BONAVENTURA SAVINI (*)

Nato a Camerino il 19 ottobre 1692. Nel 1724 si laureò a Macerata. Canonico teologo a Camerino e poi vicario generale a Fermo. Consacrato vescovo a Roma il 2 ottobre 1735.
Nei tredici anni di episcopato visitò una volta la diocesi e tenne un memorabile Sinodo nel 1739.
Curò ed ampliò il Seminario. Rinunciò alla diocesi per motivi di salute il 29 agosto 1748 e morì a Camerino nel 1749 come arcivescovo titolare di Sebaste.

Hier. Cath. VI,p. 294;
Pistolesi, Notizie biografiche... p. 31-32.
(*) Il testo è tratto da: V.Catani, La Chiesa Truentina, Op. cit., p. 233

 

 

sinodo savini 1742

Leonardus Cecconi Praenestinus (1748 - 1774)

10 CECCONI10.1748-1760: LEONARDO CECCONI

Nato a Palestrina il 9 luglio 1691. Studiò a Roma. Fu più volte vicario generale nella sua patria.
Fu eletto vescovo di Montalto il 16 settembre 1748 e la resse per dodici anni. Fece più visite pastorali. Il 27 gennaio 1760 rinunciò alla diocesi e tornò nella sua patria, dove ebbe lunga vita e sopravvisse al suo successore (alla morte di mons. Centini il Capitolo lo pregò di tornare, ma egli non accettò).
Fu valente letterato e storico. Morì nel 1774.

Hier. Cath. VI, p. 294;
Pistolesi, Notizie biografiche... p. 33-34.

OPERE

dissertazione alleluja

Ioseph Maria Centini Asculanus (1760 - 1770)

1111.1760-1770: GIUSEPPE MARIA CENTINI

Nato ad Ascoli Piceno il 1 settembre 1700. Entrò nella vita religiosa dopo essere rimasto vedovo e aver avuto molti figli. Resse in qualità di governatore le città di Benevento, Città di Castello, Iesi e (per 21 anni) il Presidato di Montalto. Il 24 marzo 1760 fu nominato vescovo di Montalto. Fece più visite (nel 1762, 1766, 1768) e visse austeramente e poveramente.
Morì a Montalto il 15 maggio 1770 e fu sepolto nel suo "romitorio" che si era costruito quando era governatore del Presidato.

Hier. Cath. VI, p. 294;
Pistolesi, Notizie biografiche... p. 35-36.

Franciscus Antonius Marcucci Asculanum (1770 - 1798)

12stemma marcucci12.1770-1798. FRANCESCO ANTONIO MARCUCCI

Ascolano di origine, ma nato e battezzato a Force il 27 novembre 1717. Nella sua giovinezza fu colpito dalla predicazione di S. Leonardo da Porto Maurizio.
Diventato sacerdote si pose alla sua direzione e fece molte missioni popolari.
All'età di 27 anni fondò la Congregazione religiosa delle Pie Operaie dell'Immacolata Concezione per l'educazione e l'istruzione delle ragazze.
Nel 1770 Clemente XIV lo nominò vescovo di Montalto.
Pur restando vescovo di Montalto fu nominato anche vicegerente di Roma (carica che tenne fino al 1785) e fu elevato alla dignità di patriarca di Costantinopoli.
Tenne un Sinodo nel 1777 e visitò una sola volta di persona la diocesi (nel 1771) ed altre volte tramite i suoi vicari generali. Morì ad Ascoli il 12 luglio 1798

Hier. Cath. VI, p. 294;
Pistolesi, Notizie biografiche... p. 37-43;
G. Papa, Sisto V e la diocesi di Montalto, p. 55, nota 102.
Cfr. anche: Agostino De Angelis, Mons. Francesco Antonio Marcucci, 12° vescovo di Montalto, «La Vedetta», A. XVII - NN. 36, 37 del 22 e 29.11.1970 >>
www.monsignormarcucci.com (sito ufficiale)

Franciscus Xaverius Castiglioni Cingulanus (1800 - 1816)

13stemma castiglioni113.1800-1816: FRANCESCO SAVERIO CASTIGLIONI

Nato a Cingoli il 20 novembre 1761. Studiò al Collegio Montalto di Bologna e divenne noto teologo e canonista. Vicario generale ad Anagni, Fano ed Ascoli.
Il 10 agosto 1800 divenne vescovo di Montalto. Visitò la diocesi una sola volta dal 1801 al 1803, togliendo abusi e ripristinando vecchie disposizioni sinodali.
Costruì la chiesa sotterranea della cattedrale, con la rendita della vendita di quattro candelieri d'argento donati da Sisto V (due erano già stati asportati dai Francesi). Nel 1808, primo fra tutti i Vescovi delle Marche, dovette lasciare Montalto per non prestare il giuramento di fedeltà alla repubblica francese e fu tenuto in vigilanza a Pavia, Mantova e Milano.
Nel 1814 rientrò trionfalmente a Montalto, anche se ebbe ancora a soffrire per l'occupazione di Gioacchino Murat dal giugno 1814 al luglio 1815.
Nel gennaio del 1816 fu trasferito a Cesena e creato cardinale. Il 31 marzo 1829 fu eletto Papa con il nome di PIO VIII.
Morì il 30 novembre 1830.

Hier. Cath. VII, p. 270;
Pistolesi, Notizie biografiche... p. 44-51.

Petrus Paulus Mazzichi Assisiensis (1817 - 1823)

1414.1817-1823: PIETRO PAOLO MAZZICCHI

Nato ad Assisi il 24 agosto 1756, compì i suoi studi a Perugia. Vicario generale della sua diocesi per quasi trent'anni.
Fu deportato e incarcerato prima a Bologna e quindi in Corsica durante l'era napoleonica.
Fu eletto vescovo di Montalto l'8 marzo 1817. Restaurò l'episcopio e fece costruire il nuovo Seminario su disegno dell'arch. P. Maggi.
Fece una solo visita pastorale nel 1818-19.
Morì a Montalto il 29 maggio 1823.

Hier. Cath. VII, p. 270;
Pistolesi, Notizie biografiche... p. 52-53.

Sottocategorie

Epistolari

epistolari

La biblioteca

Bibliotheca

Proprieta' e dimore

villa montalto

Arte & Mecenatismo

Ritratto del Principe Miche

Opere

oristano

CELEBRAZIONI V CENTENARIO

celebrazioni v centenario

Bolle Bandi Avvisi e Brevi

Biblioteca-Angelica-060

Araldica Sistina

stemma peretti montalto