2021 - Celebrazioni V Centenario della nascita di Sisto V P.O.M.

13.12.2021

Tempo rimanente



Countdown
expired


Link:
PREPARATI


Link:
COMITATO NAZIONALE DELLE CELEBRAZIONI
Celebrazioni 2021
Mercoledì, 21 Agosto 2019
< >

Redenzione degli schiavi

Algeri 1584 - 1587

Araldica sistina

e dei Peretti

Politica Estera

e Missioni

Donna Camilla...

la "Signora"

La Marca

e il Piceno

Ritratti e monumenti

di Sisto V

Nuova Montalto

Patria carissima

Celebrazioni Sistine

V Centenario della nascita (1521 - 2021)

Chi e' on line

Abbiamo 49 visitatori e nessun utente online

itenfrdeptrues

CELEBRAZIONI

Montalto delle Marche, Palazzo Paradisi just restored (manortiz)

  • Categoria: CELEBRAZIONI
  • Scritto da Luigi Manfredi (manortiz)
  • Visite: 112

Montalto M., 7 Aprile 2019 Riunione Comitato Nazionale Celebrazioni Sistine Archeoclub d'Italia - Regione Marche


Montalto M., 7 Aprile 2019 Riunione Comitato Nazionale Celebrazioni Sistine Archeoclub d'Italia - Regione Marche

locandina


Ritratto di Sisto V a Montegiorgio FM


sisto m.giorgio

Anonimo, Ritratto di Papa Sisto V, olio su tela risalente al 1600 (cm. 96 x 132).

Il ritratto di Sisto V, fa parte della quadreria della Chiesa di S.Francesco di Montegiorgio, anche se è ipotizzabile la sua collocazione all'interno del Convento.

 

I Frati Minori Conventuali a Montegiorgio

7FRATE UGOLINO, che molti vogliono autore dei Fioretti di San Francesco. Fra i quali Mons. Francesco Trebbi, Arcid. della Metropolitana di Fermo (ora defunto), che nelle sue lettere dirette al Rev.do Don Francesco Barbarossa, Priore Parroco a Loro Piceno, cerca di rivendicare l’onore del testo latino dei Fioretti a Frate Ugolino da Montegiorgio. Il prof. Paolo Sabatier, nella prefazione agli « Aetus Beati Francisci et Sociorum ejus» (Paris, Libraire Fischebacher, 1902), dice che uno dei principali compilatori di essi, sia stato Fr. Ugolino da Montegiorgio (da non confondersi con Fr. Ugolino di Brunforte da Monteverde, compagno ed amico del nostro Fr. Ugolino. Parlarono di Fr. Ugolino da Montegiorgio, Waddingo, P. Condivo Chalippe etc.).
Noto scrittore fu Fr. Ugolino stimato e di molta autorità, fu insegnante a Massa, Mogliano e Rocca Loruna. Quando Papa S. Celestino V, nel 1294 volle la riforma dei Francescani e delegò con speciale mandato e speciali facoltà due ferventi religiosi, Beato Pietro da Macerata, Beato Liberato da Castel S.Angelo della Vena, perché vi si affaticassero, Fr. Ugolino si mise nella loro schiera e fra essi primeggiò in zelo.

UGOLINODisgraziatamente di lui si hanno pochissime notizie, solo che il 12 Dicembre 1295, Bonifacio VIII (1294 – 1303) annullò l’elezione di Fr. Ugolino da Montegiorgio, che, amico di S. Celestino V, doveva recarsi ad occupare la sede Vescovile di Teramo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

cappu1 001I CAPPUCCINI, chiamati dal popolo di Montegiorgio, ebbero stabilmente la residenza e l’anno 1579 dal paese, in nome della Comunità, vennero al Provinciale delle Marche, Padre Giacomo da Pietrarubbia, mandato come cittadini per fargliene richiesta, e questa ebbe pieno soddisfacimento e il 30 Ottobre 1585 fu, secondo le usanze, piantata la Croce, e, a pubbliche spese, edificati Chiesa e Convento.

Oggi La Chiesa, il Convento e l’Orto sono proprietà dei PP. Cappuccini.

 

 

conventi 001

Stato dei Conventi e Monasteri esistenti nel Cantone di Montegiorgio, Dipartimento del Tronto, nel mese Piovos dell'anno 7° Repubblicano. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

pianta convento m.giorgio s

 Pianta del Convento francescano di Montegiorgio, sec. XVII

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Falerone FM

  • Categoria: CELEBRAZIONI
  • Scritto da Francesco Pasquai
  • Visite: 264

8Sisto V a Falerone

Felice Peretti, futuro Sisto V, venne a Falerone nel 1576 invitato dalla comunità ad amministrare il sacramento della Cresima e la celebrazione del Corpus Domini con la relativa processione, che officiò partendo dalla sede del Palazzo Comunale, dove era stato collocato il Santissimo Sacramento; i Faleronesi, grati fecero incidere una lapide marmorea a ricordo di quella memorabile giornata ponendola in un muro del Palazzo Comunale.

Il 1576, 11 giorni prima delle calende di luglio (= 21 giugno), il giorno della festa del Corpus Domini, l’Illustr(issimo) e Rev.mo Cardinale Felice Peretti da Monte Alto, allora vescovo e Principe Fermano, invitato dalla nostra comunità qui venne, dove di mattina portò la sacrosanta eucaristia per il paese e unse i Faleriensi con il sacro crisma (= cresima).

Con incredibile soddisfazione dell’intero popolo e con sua somma gioia si trattenne per due giorni, quello che poi 9 giorni prima delle calende di maggio (= il 23 aprile) 1585, innalzato all’apice del sommo pontificato, fu chiamato Sisto V.

 

 

 

 

 

 

9

SIXTUS  V PONT. O.
M. ORD. MIN. CON.
EX NONT. ALTO
MARCHE 1585 DIE
XXIIII APRIL CREAT
STATIS SVEI LX 
 SISTO V PONTEFICE OTTIMO
MASSIMO. ORDINE MINORI CONVENTUALI
DI MONTALTO MARCHE 1585 GIORNO 
24 APRILE FECE ERIGERE [ QUESTA CHIESA ] DI SUO [ A SUE SPESE]  60 GIORNI DOPO [LA SUA ELEZIONE ].

 sisto cardinale

 

Bibliografia

M. Armellini, Falerone storia e cronaca di una comunità,  A. Livi editore (2017)

Celebrazioni Sistine / Archeoclub Marche

stemma monrovalleIl 17 giugno 2018 a Morrovalle (MC), ospiti dello splendido Palazzo Lazzarini, i presidenti delle Sedi Locali di Archeoclub d’Italia della Regione Marche, con il Coordinatore Vermiglio Ricci, hanno tenuto il loro secondo incontro annuale.

Dando seguito alle indicazioni emerse al Congresso Nazionale di Tolentino (18-20 maggio 2018), si è discussa la partecipazione delle Sedi Marchigiane alle Celebrazioni del V Centenario della nascita di Felice Peretti Montalto / Sisto V (1521 – 2021).

Il Comitato Nazionale di Archeoclub d’Italia si raccorderà con il già operante Comitato Piceno, attraverso il Consigliere nazionale Archeoclub Umberto Guerra, coordinatore regionale della Sardegna.

La relazione, presentata da Stefania Cespi Presidente della Sede di Comunanza, ha raccolto l’adesione della maggior parte delle Sedi presenti:

  • Morrovalle, Civitanova Marche, Jesi e Senigallia inizieranno le ricerche d’archivio;

  • le sedi di Fabriano e Camerino collaboreranno tra loro, come pure le Sedi di Montegranaro e Montegiorgio;

  • iniziative ci saranno anche nelle sedi di Cupramarittima,  Ripatransone e Monterubbiano;

  • la sede di Comunanza svilupperà le tematiche relative alle città e terre dell’antico Presidato Sistino, col proposito di proporre una ricca e articolata programmazione di eventi e percorsi.

Al costituendo Comitato Nazionale delle Celebrazioni Sistine del prossimo 2021 hanno aderito al momento le Regioni Archeoclub di Campania, Lazio, Marche, Molise, Sardegna e Veneto; sono in corso gli ulteriori contatti per coinvolgere tutte le altre.

Monrovalle (MC)

stemma monrovalle

Civitanova Marche (MC)

work in progress

Jesi (AN)

work in progress

Senigallia (AN)

work in progress

Sottocategorie

Epistolari

epistolari

La biblioteca

Bibliotheca

Proprieta' e dimore

villa montalto

Arte & Mecenatismo

Ritratto del Principe Miche

Opere

oristano

CELEBRAZIONI V CENTENARIO

celebrazioni v centenario

Bolle Bandi Avvisi e Brevi

Biblioteca-Angelica-060

Araldica Sistina

stemma peretti montalto