2021 - Celebrazioni V Centenario della nascita di Sisto V P.O.M.

13.12.2021

Tempo rimanente



Countdown
expired


Link:
PREPARATI


Link:
COMITATO NAZIONALE DELLE CELEBRAZIONI
Celebrazioni 2021
Martedì, 16 Luglio 2019
  • Traslazione salma S. Pio V a S. Maria Maggiore (9 gennaio 1588)
    Affresco Biblioteca Vaticana - Salone Sistino
  • Montalto delle Marche, palazzo dei Presidi
    Epigrafe Giulio Sclafenato (1586)
  • Processione a S. Maria Maggiore
    Giubileo straordinario del 1585
  • Piazza S. Pietro con l'obelisco
    Affresco Biblioteca Vaticana - Salone Sistino
  • La Fontana del Mose' in Piazza S. Bernardo
    Biblioteca Vaticana - Salone Sistino
  • Nuovo palazzo del Laterano e Obelisco
    Affresco Biblioteca Vaticana - Salone Sistino
  • Affresco Erezione dell'obelisco in p. del Popolo (1588)
    Affresco Biblioteca Vaticana - Salone Sistino

Chi e' on line

Abbiamo 53 visitatori e nessun utente online

Montegiorgio - FM

Ritratto di Sisto V a Montegiorgio FM


sisto m.giorgio

Anonimo, Ritratto di Papa Sisto V, olio su tela risalente al 1600 (cm. 96 x 132).

Il ritratto di Sisto V, fa parte della quadreria della Chiesa di S.Francesco di Montegiorgio, anche se è ipotizzabile la sua collocazione all'interno del Convento.

 

I Frati Minori Conventuali a Montegiorgio

7FRATE UGOLINO, che molti vogliono autore dei Fioretti di San Francesco. Fra i quali Mons. Francesco Trebbi, Arcid. della Metropolitana di Fermo (ora defunto), che nelle sue lettere dirette al Rev.do Don Francesco Barbarossa, Priore Parroco a Loro Piceno, cerca di rivendicare l’onore del testo latino dei Fioretti a Frate Ugolino da Montegiorgio. Il prof. Paolo Sabatier, nella prefazione agli « Aetus Beati Francisci et Sociorum ejus» (Paris, Libraire Fischebacher, 1902), dice che uno dei principali compilatori di essi, sia stato Fr. Ugolino da Montegiorgio (da non confondersi con Fr. Ugolino di Brunforte da Monteverde, compagno ed amico del nostro Fr. Ugolino. Parlarono di Fr. Ugolino da Montegiorgio, Waddingo, P. Condivo Chalippe etc.).
Noto scrittore fu Fr. Ugolino stimato e di molta autorità, fu insegnante a Massa, Mogliano e Rocca Loruna. Quando Papa S. Celestino V, nel 1294 volle la riforma dei Francescani e delegò con speciale mandato e speciali facoltà due ferventi religiosi, Beato Pietro da Macerata, Beato Liberato da Castel S.Angelo della Vena, perché vi si affaticassero, Fr. Ugolino si mise nella loro schiera e fra essi primeggiò in zelo.

UGOLINODisgraziatamente di lui si hanno pochissime notizie, solo che il 12 Dicembre 1295, Bonifacio VIII (1294 – 1303) annullò l’elezione di Fr. Ugolino da Montegiorgio, che, amico di S. Celestino V, doveva recarsi ad occupare la sede Vescovile di Teramo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

cappu1 001I CAPPUCCINI, chiamati dal popolo di Montegiorgio, ebbero stabilmente la residenza e l’anno 1579 dal paese, in nome della Comunità, vennero al Provinciale delle Marche, Padre Giacomo da Pietrarubbia, mandato come cittadini per fargliene richiesta, e questa ebbe pieno soddisfacimento e il 30 Ottobre 1585 fu, secondo le usanze, piantata la Croce, e, a pubbliche spese, edificati Chiesa e Convento.

Oggi La Chiesa, il Convento e l’Orto sono proprietà dei PP. Cappuccini.

 

 

conventi 001

Stato dei Conventi e Monasteri esistenti nel Cantone di Montegiorgio, Dipartimento del Tronto, nel mese Piovos dell'anno 7° Repubblicano. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

pianta convento m.giorgio s

 Pianta del Convento francescano di Montegiorgio, sec. XVII

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Montegiorgio (FM), Stemma sistino e architrave celebrativo

 

san francesco f.p.sistoL’epigrafe, che data l’anno dell’ascesa al soglio pontificio di Sisto V, commemora l’intervento papale (post 24 aprile 1585) ed è l’unica testimonianza dell’intervento sistino sulla chiesa. E’ anche importante dal punto di vista paleografico.

Nel 1585, a Montegiorgio si tenne il capitolo provinciale dei Minori Conventuali sotto il provincialato di Frà Giovanni Causi da Mogliano, e probabilmente iniziarono le ristrutturazioni rinascimentali della chiesa di S.Francesco. Sotto il pontificato di Sisto V, eletto nel 1585, la chiesa fu radicalmente trasformata: le pareti sopraelevate, il tetto modificato e le capriate dipinte, nascoste da una volta a botte in camorcanna.

A ricordo del pontefice, fu posto sopra il portale di ingresso il suo stemma, che poggia su un’ architrave, dove un’epigrafe reca la scritta:
SIXTUS QUINTUS PONTIFEX OPTIMUS MAXIMUS ORDINIS MINORUM CONVENTUALIUM M585 (Sisto Quinto pontefice ottimo massimo dell’Ordine dei Minori Conventuali 1585)

3

 

 

A Montegiorgio, verso la fine della seconda metà del XVI° secolo nacque Giovanni Antonio Passari, capostipite della famiglia Passari che nei secoli successivi fu protagonista della vita montegiorgese. Il Capitano Giovanni Antonio fu Bargello (governatore) a Roma al tempo di Sisto V.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

5

 

 

 

Chiesa di S. Zenone di Alteta (frazione di Montegiorgio), edificata nel 1575 e consacrata il 10 luglio 1576 dal Cardinale Felice Peretti Montalto, vescovo di Fermo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 ___________

Bibliografia

L. Gasperini, Antiche iscrizioni a Montegiorgio, (1987)
M. Liberati, Montegiorgio nella storia e nell’arte , A. Livi editore (2008)
G.B. Pagani, Cenni storici su Montegiorgio, Proprietà privata (1928)

Epistolari

epistolari

La biblioteca

Bibliotheca

Proprieta' e dimore

villa montalto

Arte & Mecenatismo

Ritratto del Principe Miche

Opere

oristano

CELEBRAZIONI V CENTENARIO

celebrazioni v centenario

Bolle Bandi Avvisi e Brevi

Biblioteca-Angelica-060

Araldica Sistina

stemma peretti montalto