2021 - Celebrazioni V Centenario della nascita di Sisto V P.O.M.

13.12.2021

Tempo rimanente



Countdown
expired


Link:
PREPARATI


Link:
COMITATO NAZIONALE DELLE CELEBRAZIONI
Celebrazioni 2021
Lunedì, 25 Marzo 2019
itenfrdeptrues

Giovanni Sanna, questo illustre sconosciuto.

prigionieri

IL VESCOVO LUSSURGESE GIOVANNI SANNA PORCU, QUESTO ILLUSTRE SCONOSCIUTO (1529-1607)

La grandezza della figura e l'opera di Mons. Giovanni Sanna-Porcu di Santu Lussurgiu (1529 - 1607) è straordinaria, ma purtroppo per la Sardegna e non solo per essa, ancora poco conosciuta.

La sua vita esemplare, il generoso apostolato nella diocesi di Ampurias Civita dove provvide all'edificazione della cattedrale di Castel Aragonese, oggi Castelsardo (SS), le opere pubbliche e artistiche realizzate in Sardegna col suo determinante contributo, la fondazione delle case del noviziato gesuitico di Cagliari e Sassari, i ricchi arredi sacri donati alla parrocchiale di Santu Lussurgiu sono opere tutte acclarate dalla storia. Ma ancora più importanti sono le sue missioni diplomatiche condotte ad Algeri durante i pontificati di Gregorio XIII e Sisto V con l'Archiconfraternita del Gonfalone, che consentirono a centinaia di schiavi cristiani in mano dei turchi di rientrare in patria, e tra questi numerosi sardi riscattati a sue spese,

Leggi tutto...

Giovanni Sanna*

Old algiers 16th centuryMONS. Don Giov. SANNA PORCU

Verso la prima metà del sec. XVI nasceva in questo grosso villaggio da Don Leonardo Porcu e Donna Grazia Sanna uno dei più grandi vescovi dell'isola: Mons. Dori Giov. Sanna Porcu che per fidecommesso assunse il casato materno.

Umanista di vasto ingegno, dotato di grandi virtù organizzative e riformatrici, conseguì a a Roma presso i Gesuiti, la laurea in ambe le leggi, come allora si diceva distinguendosi per la viva intelligenza e serietà di studi.

Nominato decano della Diocesi di Ales fu incaricato da Filippo II di trasferirsi in Algeri. visitare le reggenze barbaresche e riscattare i cristiani sardi e spagnoli ridotti in schiavitù.

Leggi tutto...

Mons. Giovanni Sanna di Santu Lussurgiu

SANNA ( Giovanni ),* pio e zelante prelato, nativo di S. Lussorio, grosso villaggio del capo settentrionale della Sardegna, il quale, visse nel secolo XVI, e morì nel 1607.

Fu prima decano del capilolo di Ales; e poi segnalato essendosi per l'ardente sua carità nel riscatto di molti schiavi sardi, con trasferirsi per tal fine ad Algeri ed alle altre reggenze d'Africa, fu elevato nel 1566 al vescovado di Ampurias e Civita.
In questa sede egli rifulse per le sue virtù e per la pietà verso i poverelli.

Si distinse ancora per magnificenza e per generosità nelle opere pubbliche, tra le quali dev'essere rammentata l'erezione della chiesa cattedrale di Castelsardo intitolata a S. Antonio, e la fabbrica di un ponte sul fiume Coghinas, sebbene quest'ultima non potè poi essere recata a compimento.

A lui sono dovute le fondazioni di due case gesuitiche, una in Cagliari per il noviziatico, per la quale donò ottomila ducati, e l'altra in Sassari col titolo di Casa professa di Gesù Maria, per la quale erogò venticinque mila scudi.

Nell'anno istesso, in cui quest'ultimo edifizio fu compito , cioè nel 1607, questo esimio e vituoso vescovo terminò piamente i suoi giorni.

 

NOTE

(Ved. Vico, Hist. gen. del reyn. de Cerd., parte VI, cap. XI, fol. 46.

Soggio, Vid. de los. Ss. Mart. turrit., lib. III, cap. XII, ms. Mattei, Sard. sac., p.188. Guiso, Synod. dioeces. Ampur., pag. 255.

Manno, Stor. di Sard., tom. III , pag. 425-26 in not.).

* in : TOLA P., Dizionario Biografico degli uomini illustri di Sardegna, Vol.III, Arnaldo Forni Editore, p. 164.

Epistolari

epistolari

La biblioteca

Bibliotheca

Proprieta' e dimore

villa montalto

Arte & Mecenatismo

Ritratto del Principe Miche

Opere

oristano

CELEBRAZIONI V CENTENARIO

celebrazioni v centenario

Bolle Bandi Avvisi e Brevi

Biblioteca-Angelica-060

Araldica Sistina

stemma peretti montalto